27 agosto 2008

La sasso-dipendenza

Non sto scherzando, sono una sasso-dipendente.
Ovunque vado il mio occhio scruta il paesaggio in cerca di materia prima, se progetto una gita o una vacanza scelgo solo spiagge sassose o posti con fiumi nelle vicinanze. Quando un'amica o un parente parte per un viaggio gli raccomando di portarmi i sassi che troverà in quella spiaggia calabrese o in quel ruscello alpino :)
Ho letto questo post di Veronica e l'ho condiviso, è vero, noi "sassofile" siamo così, abbiamo la casa stipata di sassi e il giardino che sembra una cava. Il bello è che non ci bastano mai, siamo sempre pronte a progettare spedizioni e caccie grosse armate di bacinelle e cassette della frutta. La natura è per noi uno scrigno pieno di tesori, qualche volta ce li lascia scoprire, altre volte no, ma è bellissimo cercarli.
Oggi faccio un tour tra le mie scorte,
si parte con lo stanzino-studio
dove c'è la prima riserva


Notare il particolare segnalato dalla freccia :
un incredibile sasso-baguette che ho intenzione di dipingere presto


Poi si passa al giardino:
un pò qui sotto al tavolino...


Un pò lì...


un pò là ...


e un pò sotto la magnolia..

8 commenti:

annette ha detto...

Questo post mi ha fatto sorridere,sono sicura che tutti noi "sassofili" ci riconosciamo, sembra di essere a casa mia :))
Ciao!

Michela ha detto...

non credo sia una caratteristica esclusiva dei sassofili: ovunque mi trovo, al supermercato, alle poste ...il mio occhio è sempre alla ricerca di pezzi di carta e di cartone "particolari, cose insignificanti per altri che sono per me fonte d'ispirazione !
buste usate, riviste vecchie, confezioni di biscotti, pezzi di scatoloni vari...

Ernestina ha detto...

Michela, ti capisco!!
Io a volte mi vergogno però non resisto alla tentazione di raccogliere i sassi anche nei posti più impensati.
Uno dei due gufi che ho portato alla mostra era un sasso raccolto all'Ospedale San Raffaele di Milano!
Vado là ogni tre mesi con mio marito che deve fare dei controlli agli occhi e stanno costruendo un'ala nuova. Sono passata davanti al cantiere e ho visto quel gufo!
Ho raccolto il sasso sotto lo sguardo sbigottito dei muratori e un pò mi sono vergognata, avranno pensato che ero pazza, ma il gufo valeva la pazzia :)
ciao

Anonimo ha detto...

le tue foto mi hanno fatto sorridere!quanti sassi!quello a forma di baguette è fantastico!saluti elisa di pc

Anonimo ha detto...

le tue foto mi hanno fatto sorridere!quanti sassi!quello a forma di baguette è fantastico!saluti elisa di pc

Anonimo ha detto...

E' verissimo quello che dici Erne che a volte ci prendono per le pazze!:) Un anno fa sulla strada principale del paese davanti a casa nostra cambiavano i tubi, e hanno scavato un bel fossetto: se sapessi quanti sassi interessanti sono saltati fuori insieme alla terra! Io aspettavo il momento quando gli operai andavano a fare l'intervallo pranzo e poi con un una borsa robusta uscivo "a fare la caccia".
Se vedessi le facce delle prsone che c'erano ai tavolini del bar vicino! :)
Meno male che poi la barista gli ha spiegato tutto!

Svi

eLiSa ha detto...

Ahahahaha! Anche io ho la casa piena di sassi, soprattutto il garage! Ne ho talmente tanti che mio padre non ci può più parcheggiare l'auto^^. Anche riguardo alla "sasso-mania" ti capisco molto bene! L'altro giorno stavo passeggiando nel centro del mio paese e dentro un'aiuola ho visto un sassolino che mi sembrava perfetto per una ranocchietta e incurante degli sguardi sbalorditi dei passanti mi ci sono tuffata dentro e me lo sono portato a casa!NN ti dico l'imbarazzo! Ma la rana mi è venuta benissimo^^

un saluto
elisa^^

Anonimo ha detto...

Io per mesi guardavo un sasso che era in una rotonda ... sempre quello ... tra l'altro spruzzato di giallo ... lo stesso giallo del bordo della rotonda ... poi un giorno non ho resistito e l'ho preso.
E' inutile sono amori che nascono ... e mai a caso ...
Un'altra cosa che trovo incredibile è andare per esempio in un fiume ... a cercare sassi ... e di ritornare più volte a visionare sassi che avevo precedentemente scartati, scartandoli di nuovo.
Mio marito non ci crede ... ma vi assicuro che erano esattamente quei sassi che avevo già preso in mano ... la memoria per questi particolari è molto allenata. Non riconosco le persone ... ma i sassi ... quelli non li dimentico mai!
Veronica