05 settembre 2011

L'Arte di farsi amare dai sassi

Io amo i sassi, ma i sassi amano me?

Questo libretto è un regalo affettuoso e divertente,
l'ho letto con tanto piacere.
E' una raccolta di riflessioni, suggerimenti e test 
che introducono alla "stoneart"
ovvero..la capacità di capire i sassi, sceglierli, disporli, comporli,
dar loro un nome appropriato...amarli ed essere riamati.

"Quando sentirete un irresistibile impulso a raccogliere sassi "brutti" e avrete imparato a trovare anche a quelli un posto, una funzione, un valore..in una parola, una dignità....
...allora
sarete maturi in quell'umanissima disciplina che è la "stoneart",
....i sassi vi ameranno di perditissimo amore.
E voi sarete felici."

(Le parti in blu sono citazioni dal libro "L'arte di farsi amare dai sassi)


14 commenti:

Chiara/gioiecolori ha detto...

Interessante. Io raccolgo sassi in ogni parte in cui vado ma ammetto di non avere trovato per ognuno di loro un posto...

Gabriella ha detto...

La stoneart regala degli effetti unici, la sintonia di forme accostate con personalità è un'espressione d'arte che prende piacevole al tatto ed alla vista, le sue immagini mi restituiscono sempre molta calma,serenità e calore.
Hai ricevuto un bel regalo.

Ciao Gabriella

Silvia ha detto...

Che bel libro, coglie proprio l'essenza di ogni bravo rock-painter! E, in ogni caso, la foto dei sassi che formano una spirale mi fa una gola... tutti quei bei sassi lisci e pronti per dare vita a qualcosa... ma presto o tardi la faccio anche io una puntata a Vallugola! :-)

Ernestina ha detto...

Ciao, grazie per aver commentato!
E' un libro scherzoso..che gioca con le parole, il sasso diventa una metafora della vita, del rapporto che abbiamo con le cose e con la natura.
A me, che con i sassi ho un "rapporto amoroso", ha regalato attimi di felicità.

Riporto dal libro la risposta al PERCHE' RACCOGLIERE I SASSI? e ditemi se non è vero!

"1) Perchè è divertente : fate qualche uscita salutare invece che starvene rintanati in casa.. andate in posti insoliti...per brevi momenti diventate protagonisti, artisti, creativi anzichè restarvene eterni spettatori...potete capire se le persone che vi stanno accanto hanno, come voi, propensione ai piaceri semplici, ai gusti modesti, ma fini, vivaci, estrosi, diversi...
2) I sassi vi costano solo la piacevole fatica di raccoglierli. Li trovate in quel prodigioso emporio che è la natura! Non mangiano, durano, sono pazienti e non desiderano altro che aiutarvi a risolvere i vostri problemi."

E' così..mi hanno aiutato molto, senza i sassi non sarei la stessa persona :))
ciao

Anonimo ha detto...

Deve essere proprio bello questo libro. Mi ci ritrovo nelle parole che hai trascritto. Grazie di questa interessantissima informazione, prossima volta che vado in libreria lo cerco e me lo compro.
Ciao Gigliola

Maria ha detto...

Ciao Erne, come sai condivido l'amore per i sassi e metto in pratica soprattutto il primo suggerimento, ma spesso rimango troppo a lungo in quella fase ;o)

Paola ha detto...

Ganzo questo libro!!! Pura verità!!! Lo cercherò... Ciao!!!

Tiziana ha detto...

Bellissimo suggerimento! Lo cercherò anch'io!!!Spero di trovarlo. Ciao Tiziana

Elena-koaladebista ha detto...

Che belle parole....io credo di non saper cogliere l'essenza da un comune sasso, ma quando vedo i tuoi lavori capisco perché si possono amare!!!!

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

ciao, è molto bello questo libro, leggendo ciò che hai riportato trovo che sia esattamente così, io ho sempre amato i sassi e li ho raccolti ovunque sia andata anche prima di iniziare a dipingerli, alcuni proprio li lascio al naturale perchè sono di una bellezza che nessun colore potrebbe migliorarli, è bello accarezzarli e cercare di capire perchè ci diano sensazioni così forti, è uno splendido regalo della natura.
Mi piacerebbe acquistare il libro.
un bacione
imma

TU6BELLA ! ha detto...

In ogni mio viaggio, molto lontano o piuttosto vicino, ho sempre portato via con me uno o più sassi, raccolti per terra.
Alcuni sono belli, altri sono ''brutti'', sì, ma tutti speciali.
E anche se non so più la provenienza di molti di loro, ''accomodati'' sul davanzale e sul tavolino vicino al divano, mi ricordano la mia voglia di andare, scoprire, conoscere, capire, approfondire che è per me così preziosa.

Cercherò questo libro che ci hai consigliato Ernestina, perchè sono curiosa di leggerlo :-)

* Milvi * ha detto...

Grazie per aver parlato di questo libro e per essere riuscita ad incuriosirmi, voglio proprio leggerlo, perchè anch'io se devo delimitare un'aiuola mi piace farlo con i sassi raccolti e non con le bordure predisposte, sarà amore per i sassi?? Mi piace pensarlo...
baci. Milvi

cristina ha detto...

Ma che bella questa cosa! fa bene al cuore, tantissimo! Grazie Ernestina.

duendes ha detto...

Ciao,
il tuo lavoro é pieno di creatività!
brava complimenti.baci.