17 settembre 2011

Operazione cactus


Quando riprendo a dipingere dopo una pausa, breve o lunga che sia, solitamente inizio con qualcosa di leggero, facile, qualcosa che mi piace fare e che mi aiuta a riprendere il "ritmo".
L'ispirazione questa volta è venuta dai cactus, colorati, divertenti e giocherelloni.


La storia :

 1) ho scelto i vasetti e le pietre...fatto un pò di prove e abbinamenti..

 2) Ho messo nella tavolozza tutti i verdi che ho, più il bianco, il giallo e il grigio...

 3) ho dipinto tutti i sassi.... dita comprese...

4) aggiunto i dettagli delle nervature e le spine...

5)..preparato il gesso e dei rudimentali piedistalli in fil di ferro
da inserire nel vaso...per mantenere sollevati i cactus che altrimenti sprofondano..

6) ..mentre il gesso si solidifica incollo fiori e coccinelle che dipingerò in seguito...
7) questi minuscoli vasetti  di ceramica li ho trovati nell'uovo di Pasqua della Lindt :)

8) Infine ho tinto di color terra  il gesso asciutto e riempito il vaso con sassolini decorativi...
 cactus e fico d'india sono pronti!
Vi è piaciuto assistere alla nascita dei  miei cactus?
ciao :)

28 commenti:

Rosana ha detto...

Oi Ernestina,adorei ses cacts ,e os detalhes então são maravilhosos,sempre qe pder apareço adoro ses trabalhos beijos e até mais Rosana.

Roberta ha detto...

Meravigliosi! Sono veramente belli e realistici! Mi è piaciuto vedere anche tutta la realizzazione dei vasetti!

Anonimo ha detto...

Mi è piaciuto sì Ernestina, che bello assistere quasi in diretta alla nascita di questo nuovo capolavoro.Brava! Sembrano veri!Un saluto ammirato. Magu.L'ago fatato di magu.blogspot.com

Paola ha detto...

Sei mitica!! Grazie!! Paola

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

ma daiii...sono incantevoli veramente.
E' stato carino da parte tua postare tutto il procedimento.
ciaooo e grazie

Silvia ha detto...

Mi piacciono un sacco questi post dove spieghi passo per passo come sviluppi le tue creazioni, con tutti i dettagli... qui si vede la tua fantasia anche nel particolare! L'opuntia fatta di sassi incollati (sono incollati vero?) è veramente realistica!! Tutti belli, un vero "giardino roccioso" di nome e di fatto ;-) Buona domenica Erne!

Barbara Pagliarani ha detto...

Che bello vedere nascere una creazione artistica, mi piacciono un sacco tutti quei verdi brillanti e il risultato è bellissimo, buona domenica Ernestina!A presto, Barbara

Alessandra ha detto...

Sì, mi è piaciuto moltissimo! Grazie, Erne, e buona domenica!

Ernestina ha detto...

Ciao, grazie a tutte! Silvia, l'opuntia non è solo incollata, ha dei perni, altrimenti si romperebbe...è vero il risultato è molto realistico, piace anche a me :)
Grazie, buona domenica a tutte voi!

TU6BELLA ! ha detto...

Un processo davvero straordinario: come sempre, mi stupisco!
Questi cactus sono vivi! :)
I piccolini sono identici a quelli che ho acquistato al mare in vacanza e che, nonostante le nuvole e la pioggia di oggi, mostrano due bellissimi fiori rossi!
Adoro i cactus!
E, se non fosse per il prezzo, mi piacerebbe acquistarne uno grande grande.
Nei giardini pubblici e sui balconi della Liguria ce ne sono di bellissimi!
Se ti capitasse la pietra giusta, forse potresti dipingerne uno grande e vecchio ^-^

Luna ha detto...

Bello questo post "in diretta"!
Mi è sembrato di poter dipingere con te questi splendidi cactus! Complimenti per la tua arte!

Maria ha detto...

Grazie Erne di questa tua generosa spiegazione e devo dire che i tuoi cactus fanno proprio un bell'effetto!

AntoC ha detto...

C'è sempre qualcosa da imparare anche se ho già dipinto dei cactus. Molto bello vederne tanti insieme. Grazie per i tuoi consigli sempre utili.

Anto

sanper47 ha detto...

Mi è piaciuto..c'è molto da imparare. Che idea l'opuntia!!

Sara ha detto...

Troppo, troppo carini! Mio figlio è incollato al monitor e mi sta chiedendo di provarci anche noi, mi sa che lo accontento. Non verranno mai così splendidi, ma grazie intanto per averci dato una idea per passare un pomeriggio (e per averci deliziato gli occhi ^_^)

Cristina ha detto...

Caspità che idea geniale, facili anche da fare! Non ci avevo mai pensato! Domani ne dipingo alcuni...un regalo per mia madre che ama i cactus.....brava! Ciao Cri : )

Veronica ha detto...

Semplicemente AMOREVOLI

Valeria ha detto...

Ci è piaciuto si!! Già ammirare le tue opere è una fortuna, rendere partecipe chi ti segue, ancora meglio!!
Bellissimi, non fosse per le foto del procedimento stenterei a credere che sono sassi!!
Ps. non so come mai ma non riesco a postare i commenti sul tuo blog con l'account google, dice che non ho i permessi necessari... :-(

Ernestina ha detto...

Valeria, grazie, non capisco come mai i commenti creano questo problema, già un'altra amica me l'ha fatto notare e anche lei non riesce a postare..io non so che fare, l'opzione che ho scelto è "chiunque può commentare" !
Suggerimenti?

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

è piacevolissimo vedere nascere queste meraviglie!
Grazie,
un bacio
imma

marinella ha detto...

Sempre belli i cactus, i miei sono andati a ruba, devo rimettermi all'opera immediatamente.
Io per "piantarli" uso una tecnica diversa, impasto della seppiolite tipo quella che si usa per le lettiere dei gatti, con della colla vinilica e riempio i vasetti velocemente, poi scavo leggermente e pianto nella posizione desiderata. La seppiolite tende ad assorbire la colla quindi occorre lavorare velocemente per non rischiare di faticare a piantare le pietre, in compenso fa presa molto rapidamente e diventa un blocco unico in pochissimo tempo.
In compenso non ho ancora trovato la soluzione per incollare i sassi i modo consistente, vedo che tu ci riesci, ti dispiace svelarci anche questo segreto? Un abbraccio, sto per postare un resoconto del mio mercatino medievale.

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Ciao Enistina, dopo aver visto il post sul blog di Gabriella non ho resistito e sono accorsa...
Stupendi i tuoi sassi! Io amo l'arte, adoro gli animali e mi piace vivere all'aria aperta e qui da te si respira un mix vitale
Credo che mi rivedrai spesso. Buona giornata!

Ernestina ha detto...

Marinella, per piantarli va bene tutto, ghiaino, paglia, das o plastilina..giusto per tenerli in piedi per il tempo che occorre al gesso di solidificare. Quel fico d'india era un esperimento, oltre alla colla c'è un perno interno. Purtroppo i sassi solamente incollati non reggono agli urti.
ciao
grazie a tutte!

marinella ha detto...

Grazie erne, in effetti mi chiedevo come avevi fatto, io ho collegato due pietre con quella resina che ho usato per fare i fiori e devo dire che tiene, ma la congiunzione si vede molto più di quanto vorrei.
Ciao cara a presto

Ricciolo Creativo ha detto...

Cara Ernestina, i tuoi lavori sono meravigliosi incredibilmente realistici.
Io che adoro cactus e piante grasse ne sono innamorata!!!!!
Il tuo tutorial l'ho gradito tanto, soprattutto perché vorrei provare a realizzarli secondo le tue preziose istruzioni.
Vedremo un pò come va.
A presto
Beatrice
P.s. Anch'io ho avuto qualche problema per postare nei vari blog, l'ho risolto installando google chrome al posto di internet explorer ed è tornato tutto a posto. Non so se può essere utile, ma vale la pena provare.

Lilybets ha detto...

Sono deliziosi,sei stata in Africa?Un mio sogno visitarla,io amo immensamente gli animali e la natura.

Stranepiante ha detto...

ciao, complimenti per i tuoi lavori in generale e per quest'opera in particolare!

COCCINELLAIDEA ha detto...

SONO SEMPLICEMENTE MERAVIGLIOSI... COMPLIMENTONI......