04 giugno 2013

La nuova legge che regolmenta i mercatini degli hobbisti

Vecchia foto, notizia nuova....non entusiasmante..direi.

Approvata la nuova Legge Regionale che regolamenta i mercatini di hobbisti:

Ora gli hobbisti non potranno vendere, barattare, proporre o esporre più di un oggetto con un prezzo superiore a 100 euro. Per prendere parte ai mercatini gli hobbisti dovranno richiedere al proprio Comune di residenza, previo pagamento di 200 euro, un tesserino che consentirà la partecipazione a dieci manifestazioni all’anno, per un massimo di due anni nell’arco di ogni quinquennio. Ciascun hobbista dovrà consegnare al Comune, in occasione della vidimazione del tesserino, l’elenco completo dei beni che intende vendere, barattare, proporre o esporre e il relativo prezzo (l’elenco non può superare il valore di 1.000 euro).

I mercatini saranno organizzati dai Comuni, che ne possono affidare a terzi la gestione, così come avviene anche per le fiere e per i mercati. 
Nella nuova disciplina, i Comuni devono prevedere che la partecipazione degli hobbisti avvenga con criteri di rotazione e senza il riconoscimento di priorità ottenute per la presenza ad edizioni precedenti. I Comuni sono tenuti a redigere un elenco dei partecipanti a ciascuna manifestazione, da inviare annualmente alla Regione. Nel provvedimento vengono inoltre stabilite le caratteristiche del tesserino identificativo e le modalità di presentazione dell’istanza per l’ottenimento del medesimo (ogni nucleo di residenti nella medesima unità immobiliare può ottenere il rilascio di un unico tesserino).
Vengono inoltre stabilite le sanzioni, che vanno da  250 a 1.500 euro e si applicano nei seguenti casi: assenza del titolare del tesserino identificativo, o mancata esposizione del tesserino al pubblico o agli organi preposti alla vigilanza; mancata consegna al Comune, in occasione della vidimazione del tesserino, dell’elenco dei beni oggetto di vendita, ovvero accertata incompletezza o non veridicità dell’elenco; vendita, baratto, proposta o esposizione di più di un oggetto con un prezzo superiore a 100 euro.
-------------------------------------------------------------


E' doveroso che io pubblichi una precisazione sulla nuova legge che regolamenta i mercatini.
E' una legge regionale e al momento vale in Emilia Romagna.
Un'amica mi ha segnalato un sito dove un consigliere regionale spiega e chiarisce,
in particolare dice che la legge in oggetto si propone di stroncare gli hobbisti camuffati e salvaguardare gli hobbisti veri.
Non esiste una normativa specifica che riguarda “i produttori di opere dell’ingegno” che, di conseguenza, non sono interessati da questa legge regionale.
In sintesi, non cambia nulla.
Il concetto di creatori di opere dell'ingegno viene definito dai singoli regolamenti comunali e varia da comune a comune, chi vuol partecipare ai mercatini deve essere riconosciuto come tale.
In ogni caso, per evitare multe e controversie quando partiranno i controlli, il mio consiglio è di avere sempre con se l'attrezzatura per dipingere sul posto e dimostrare che ogni oggetto in vendita è stato creato dal nostro ingegno!


12 commenti:

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

non è molto confortevole e anche poco incentivante. Se si è poco convinti ad esporre, come spesso capita, ti passa completamente la boglia con questi cavillosi regolamenti. Boh, vedremo!!
baci
Imma

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

mi correggo "la voglia",
Imma

Tilly ha detto...

Ho capito bene? L'elenco completo anticipato degli oggetti da esporre? Surreale...

Marina Montanaro ha detto...

Veramente deprimente... ci si chiede perché. Le fiere ed i mercati han solo da guadagnare, dalla presenza di artisti. "Hobbisti"? Tsk tsk.

Gadamer ha detto...

L'unico antidoto alla crisi è il baratto! Segnalo a tal proposito il sito www.mangrow.net dove utenti di tutto il mondo possono scambiare servizi.

Giada ha detto...

Ma che gran ladrata...

Roberta ha detto...

In veneto e' un pezzo che abbiamo il tesserino che costa sui quarante euro di bolli e ti permette di fare sei mercatini l'anno. Ti passa la voglia.

Cristina ha detto...

Qui fanno di tutto per dissuadere alla creatività e alla piccola vendita....in passato avevo pensato di vendere alcuni miei quadri ma mi passa la voglia che per guadagnare pochi euro devo diventare matta a capire le regole e quant'altro senza incorrere in multe, senza dover per forza pagare un commercialista e perdere così i miei pochi guadagni...non è certo come in America che si vende senza tanti problemi anche un'auto....questo che leggo mi da ai nervi perché non ci lasciano più nessuna libertà e stanno uccidendo la singola iniziativa!

Federica ha detto...

E' sconvolgente!!!! Forse credono che chi fa i mercatini si arricchisce, e non lo fa per la semplice passione di mostrare le proprie creazioni fatte con tanto amore! Stiamo cadendo sempre piu' in basso....

acidpunk ha detto...

Ho scopiazzato il tuo articolo, grazie.

Fabio ha detto...

Buongiorno,
sa dirmi se il versamento dei 200 euro, va eseguito a favore della regione o se invece è da effettuarsi a favore del comune di residenza?
Grazie

gina ha detto...

Ciao a tutti un consiglio volevamo entrare nelmondo obbistico e cercavamo sspazi in comuni ma non riusciamo a contattare nessuno i vari numeri pubblicizzati non sanno indicati ne come ne dove andare per presentare richiesta cerco aiuto ....grazie a tutti..