20 ottobre 2010

Bianco impossibile


Chi dipinge sui sassi lo sa, l'animale bianco è una dannazione.
I sassi sono belli e fanno la loro figura quando sono colorati e vivaci mentre un sasso bianco corre sempre il rischio di sembrare "imbiancato".
Se dipingiamo sulla carta o sulla tela sappiamo che una buona regola è contrapporre al bianco uno sfondo che lo fa risaltare, ma come fare con un sasso?
Dovendo dipingere un cucciolo di Samoiedo, ho pensato di scattare qualche foto per mostrare come ho fatto.
Ho iniziato come sempre scegliendo un sasso e disegnando a matita lo schizzo del cagnolino.
Poi dopo aver dipinto occhi e naso mi sono concentrata sui colori del manto.
Anche se un animale sembra tutto bianco..in realtà non lo è mai, il bianco ha mille sfumature e riflessi. Io ho preso le foto del cane e con photoshop le ho trasformate in un mosaico.
Le tessere che componevano il mosaico erano di tante gradazioni e pochissime erano quelle bianco puro!


Osservando il corpo del cane ho visto che il pelo formava riflessi rosa, violetto, azzurrini, beige...e così la mia base l'ho composta mescolando al bianco tutti questi colori.
La mia tavolozza ha compreso il terra bruciata, il giallo, il violetto, il rosso, il blu e ovviamente bianco e nero.


Dopo la stesura della base, il cane era di tutti i colori fuorchè bianco!
A questo punto ho preso un pennellino ed ho iniziato a segnare la direzione del pelo tracciando linee più chiare.


La prima stesura è sempre grossolana, si infittisce e si raffina pian piano, strato dopo strato ed ogni strato di pelo è più chiaro di quello precedente...fino all'ultimo, dove ho usato il bianco puro, per evidenziare le ciocche di pelo.
Un ingrandimento.


Il risultato finale era questo, tra l'altro il sasso era un pò ruvido e mi ha complicato notevolmente il procedimento. Ma non ero soddisfatta, troppo bianco, troppa monotonia..

Ed ho deciso di aggiungere un tocco di colore..è un cucciolo, e vuole giocare..

Posta un commento