14 febbraio 2011

Kup manduk, la rana del pozzo


Era da tanto che volevo illustrare questa antica storia indiana, una favola che mi ha sempre fatto riflettere.
Se non la conoscete, ve la racconto.
Kup Manduk, la rana del pozzo.

C’era una volta una rana che viveva in un pozzo.
Kup Manduk era sempre vissuta lì.
Era nata in quel pozzo ed era cresciuta fino a diventare una rana adulta che ogni giorno ripuliva l'acqua dai vermi e dagli insetti che vi si trovavano. Vivendo in questo modo, era diventata bella grassa e lustra.
Un bel giorno, una tartaruga passò di lì e cadde nel pozzo.

«Da dove vieni?». «Dall'oceano». «Dall'oceano? e cos'è?» chiese Kup Manduk.
"Un posto grande, grandissimo!" rispose la nuova arrivata.
"Grande come?"
"Molto, molto grande."
Kup Manduk tracciò con la zampa un piccolo cerchio sulla superficie dell'acqua:
"Grande così?"
"No. Molto più grande."
Kup Manduk tracciò un cerchio più largo.
"Grande così?"
"No. Più grande."
Kup Manduk allora fece un cerchio grande quanto tutto il pozzo che era il mondo da lei conosciuto.
"Così?"
"No. Molto, molto più grande", disse la tartaruga venuta dall'oceano.
"No — pensò la  ranocchia che abitava il pozzo — niente può essere più grande del mio pozzo!"
"Bugiarda! " urlò alla tartaruga allora Kup Manduk , la rana del pozzo,  e non le parlò più.

 **Questa favola è così famosa che in India le parole "kup manduk" (trad. la rana del pozzo) si usano per definire la persona di vedute limitate, provinciale e conformista.

Ernestina
Posta un commento